Almanacco del Calcio Toscano

Il nostro LIVE – Diretta degli spareggi fra le seconde

Ecco le partite decisive: torna in diretta il nostro appuntamento con le gare di andata degli spareggi fra le seconde d’Eccellenza. La Zenith Prato, priva di Cela e Ciravegna, ospita i marchigiani del Castelfidardo; il Terranuova Traiana è in Abruzzo nella tana del Giulianova. Ecco gli aggiornamenti LIVE delle gare che si giocano alle ore 16:

ECCELLENZA Spareggi – Finali andata ore 16

Ciliverghe Mazzano-Fossano 3-1
Magenta-La Rocca Altav. 0-0
Cairese-Terni F.C. 4-2
Giulianova-Terranuova Traiana 1-3 (23′ rig. Bega, 72′ Bittaye, 81′ Cioce, 92′ Mannella)
Zenith Prato-Castelfidardo 2-1 (28′ Kouassi, 64′ rig. Chiaramonti, 80′ Evangelisti)
Bisceglie-Costa d’Amalfi 1-1
Modica-Aurora Alto Casertano (andata 0-1) 2-2

I TABELLINI

Giulianova-Terranuova Traiana 1-3 HIGHLIGHTS
GIULIANOVA: Boccanera, Lenoci (77′ Pera), Tempestilli (53′ Marchionni), Giglio, Scognamiglio, Di Paolo Fed., Bittaye, Donatangelo, Piccioni (54′ Maffione), Carbonelli (68′ Di Paolo Fra.), Massetti. A disp.: Novi, Napolano, Iacovoni, Di Felice, Zanon. All.: Pagliaccetti Angelo.
TERRANUOVA TRAIANA: Fedele, Cappelli (68′ Viganò), Petrioli (62′ Senzamici), Bega, Saitta, Cioce, Marini, Privitera, Sacconi (74′ Ceppodomo), Taflaj (87′ Arnetoli), Mannella. A disp.: Antonielli, Minatti, Mascia, Cardo, Neri. All.: Becattini Marco.
ARBITRO: Francesco Passarotti Mantova, coad. da Angelo Spoletini Rieti e Marco Palazzo Campobasso.
RETI: 23′ rig. Bega, 72′ Bittaye, 82′ Cioce, 95′ Mannella.
NOTE: Ammoniti Fed. Di Paolo, Bittaye, Fr. Di Paolo, Cioce.
Un primo tempo di altissimo livello, una ripresa di contenimento nella quale sono arrivate nel momento giusto due zampate vincenti. Con una prestazione magistrale, anche dal punto di vista tattico, il Terranuova Traiana batte 3-1 il Giulianova al Fadini, nella gara di andata della finale play-off per accedere al campionato nazionale di Serie D.  Domenica prossima, nel match di ritorno, i biancorossi saranno promossi anche in caso di sconfitta (subendo non più di due gol), in caso ovviamente di pareggio e di vittoria. Non è ancora fatta, ma il traguardo è decisamente vicino. Si gioca in un Fadini stracolmo, con 2.500 spettatori, capienza massima autorizzata. Scenario da categorie superiori. Si parte con un minuto di raccoglimento alla memoria di un ex giocatore giallorosso, Claudio Zaccagnini, scomparso prematuramente in settimana. Le prime battute di gara sono tutto sommato equilibrate, anche se i padroni di casa cercano maggiormente di spingere sull’acceleratore, trascinati dal pubblico. Ma all’ 8′ Marini si invola verso l’area avversaria e si avvicina ai 15 metri, calciando da buona posizione. La sfera termina alta. Primo squillo da parte biancorossa. Due minuti dopo di nuovo la formazione di Becattini a rendersi pericolosa e ancora con Marini che,  servito sulla destra, entra in area e calcia a rete, palla alta. Cresce la squadra valdarnese che fa tremare il Giulianova. Al 12′ Taflaj dalla distanza impegna l’estremo difensore abruzzese, costretto a deviare in calcio d’angolo. Solo una squadra in campo in questo frangente. Al 18′ punizione dalla distanza di Massetti, devia in calcio d’angolo Fedele. Prima azione da gol da parte dei padroni di casa. Sul corner successivo colpo di testa velenoso di Bittaye, la palla termina fuori di poco. Ma trenta secondi dopo clamorosa palla goal per i valdarnesi, con Privitera che tira a botta sicura e costringe Boccanera ad un miracolo. Sul corner successivo Scognamiglio spinge nettamente un avversario e il direttore di gara assegna il calcio di rigore per il Terranuova Traiana. Dal dischetto Bega non sbaglia e porta avanti i suoi. Vantaggio assolutamente meritato e grande primo tempo degli uomini di Becattini. Reazione del Giulianova con Piccioni, che al 25′, servito sulla sinistra, si incunea in area. Bravissimo Fedele a chiedergli lo specchio della porta. Al 41′ invitante passaggio per Massetti che da buona posizione calcia sul fondo. Al 43′ Taflaj sfiora il raddoppio con una splendida azione personale. Il giocatore biancorosso tira a botta sicura dalla sinistra e colpisce  clamorosamente il palo. Sull’azione seguente tiro di Massetti, devia in calcio d’angolo Fedele. La partita è bellissima e il primo tempo si chiude dopo due minuti di recupero. Avanti il Terranuova Traiana con merito.
Nella ripresa al 5′ Taflaj tenta un pallonetto dalla lunghissima distanza, sfera che si spegne sul fondo. I valdarnesi arretrano un po’ troppo il baricentro del gioco, ma non subiscono praticamente nulla, almeno fino al  27′ quando arriva il pareggio dei padroni di casa. Punizione dalla lunga distanza. Splendida battuta di Di Paolo, palla sulla traversa. Sulla ribattuta Bittaye come un avvoltoio mette la palla in rete. Esplode il Fadini che si trasforma in un’autentica bolgia. In questo clima la squadra di Becattini va un po’ in difficoltà mentre il Giulianova spinge alla ricerca del gol vittoria. Al 36′ angolo per gli abruzzesi, la sfera termina sulla sinistra sui piedi di Di Paolo che conclude la rete, para centralmente Fedele. Ma nel momento migliore del Giulianova, ecco la zampata vincente del Terranuova Traiana, che potrebbe valere la serie D. Siamo al 38′. Pallone centrale per Cioce, che con una splendida conclusione dai venti metri mette la palla sull’angolino alla destra dell’estremo difensore locale. I biancorossi tornano di nuovo in vantaggio e considerando che i gol in trasferta valgono doppio è una rete fondamentale. Cala il gelo sullo stadio, per una rete arrivata nel momento giusto. I giallorossi non hanno più la forza di reagire e la squadra di Becattini al 50′ cala il tris che li avvicina il campionato nazionale di Serie D. E Mannella che si incunea sulla fascia destra, entra in area e con una precisa conclusione supera Boccanera. È trionfo per i biancorossi, che sono a pochi metri da un sogno. Chapeau. FONTE: valdarno24.it

Zenith Prato-Castelfidardo 2-1 (“LungoBisenzio”) HIGHLIGHTS
ZENITH PRATO: Brunelli; Casini (75′ Moretti), Bagni, Mariani, Castiello; Lunghi (79′ Mari), Kouassy, Saccenti; Rosi (75′ Gonfiantini); Falteri, Chiaramonti. A disp. Pellegrini, Luka, Baskimi, Buscema, Braccesi, Dessi. All. Simone Settesoldi.
CASTELFIDARDO: Sarti, Morganti, Fabbri, Cannoni 68′ Nacciariti), Imbriola, Fabiani, Fossi (65′ Evangelisti), Miotto (79′ Pedini), Braconi, Guella, Nanapere (54′ Sidorenco). A disp. Schirripa, De Meo, Marzuolo, Graciotti, Niccolini. All. Marco Giuliodori.
ARBITRO: Giosue’ Ambrosino Torre del Greco, coad. da Fabio Cattaneo Monza e Marco Nasi Reggio Emilia.
RETI: 28′ Kouassi, 64′ rig. Chiaramonti, 80′ Evangelisti.
NOTE: Angoli 4-5. Ammoniti Fabbri, Saccenti, Rosi, Casini. Espulso al 63′ per doppia ammonizione Imbriola. Recupero 0’+5′.
Vittoria doveva essere e vittoria è stata, ma quanti rimpianti! La Zenith Prato regola il Castelfidardo che però si aggrappa alla partita e strappa un 2-1 che in fin dei conti lascia apertissimo il ritorno. La Zenith parte bene con un Kouassi particolarmente ispirato nella prima mezzora: è pericoloso al 7’ e al 22’ con due tiri da fuori molto pericolosi. Ma la Zenith è pericolosa grazie anche alla vena di Falteri che cerca prima Chiaramonti all’11’ e poi su punizione è pericoloso al 27’. I marchigiani soffrono la maggiore qualità pratese e si fanno vedere solo con il proprio miglior uomo, il capitano Fabbri, con un diagonale che Brunelli disinnesca al 17’. Alla mezzora clamorosa serpentina in area di Kouassi che salta due avversari e calcia forte e teso sul primo palo, l’ultimo tocco è di Imbriola che beffa il proprio portiere Sarti: 1-0 e il “LungoBisenzio” gremito esplode. Nella parte finale del primo tempo ancora l’asse Kouassi-Falteri fa paura al Castelfidardo che reagisce con Fossi, il cross è buono per Braconi che “cicca” clamorosamente da buona posizione.
La ripresa è diversa: gli ospiti aprtono bene e per 20 minuti fanno paura alla Zenith spingendo con vigore. Fossi, Imbriola e Cannoni si fanno pericolosi nel giro di pochi minuti in piena area di rigore, poi è il neo entrato Sidorenco a provarci su punizione. Ma nel miglior momento degli ospiti Falteri fugge alla difesa avversaria e viene steso da Imbriola in piena area: secondo giallo e rigore. Stavolta Chiaramonti non sbaglia e si va sul 2-0. Il Castelfidardo sbanda, è ferito e rischia il tracollo: prima il centravanti pratese colpisce il palo, poi è pericoloso Rosi, quindi Kouassi si presenta davanti a Sarti, lo supera ma colpisce il palo. Quanti sprechi! E così nel finale gli ospiti riescono a rialzare la testa con Evangelisti che non viene chiuso da Gonfiantini e segna il gol che riapre tutto. Nel finale, con la Zenith in confusione, Sidorenco segna anche il 2-2 ma viene annullato per fuorigioco davvero millimetrico. Tutto rimandato quindi al ritorno: a Castelfidardo farà caldo, ma questa Zenith non deve temere nessuno e con il rientro di Cela e Ciravegna può strappare il “pass”.
Andrea L’Abbate

Domenica prossima, a campi invertiti, si giocheranno le gare di ritorno: le sette vincenti verranno promosse automaticamente in serie D 2024/25.

Iscriviti al nostro canale Whatsapp per avere tutti gli aggiornamenti del calcio dilettanti

Scarica ora la nuova App dell’Almanacco del Calcio Toscano

Clicca qui per ordinare il nuovo Almanacco del Calcio Toscano 2024

Guarda qui il nostro canale YouTube