a
  • No products in the cart.

Finale Coppa Italia Promozione – Signa-Maliseti T. 0-1 live

Decide all’ultimo secondo dei supplementari Luigi Cardillo: è il Maliseti Tobbianese di Rossi ad alzare la Coppa Italia di Promozione!!!
Un grandissimo pubblico in uno splendido pomeriggio fa da cornice a questa attesissima finale di Coppa Italia di Promozione. Ecco in diretta il match del “Piero Torrini” di Sesto Fiorentino: il Signa scende in campo in maglia gialla, il Maliseti si presenta in maglia blu bordata di amaranto.

Comincia meglio la formazione pratese, subito pericolosa con una punizione di Manetti che Cappelli mette in calcio d’angolo. Al 20′ grande occasione ancora per la squadra di Rossi con lo splendido salvataggio del portiere signese Cappelli su Cardillo che aveva calciato a colpo sicuro. Il Signa, con il passare dei minuti, reagisce e si fa pericoloso con una bella punizione di Coppola, alla quale risponde con precisione il portiere Battagliero. Finisce il primo tempo dopo una battaglia molto equilibrata.

Inizia il secondo tempo senza cambi e la sfida si mantiene molto equilibrata, ai limiti della noia senza grandi occasioni da rete. Prende fiducia il Maliseti Tobbianese e nei primi minuti della ripresa si fa pericoloso in due circostanze. Prima ci prova Caggianese (che verrà poi sostituito da Lorenzi) con un gran tiro che sfiora il palo, quindi ci prova Fabbri con una conclusione che termina di poco alta sulla traversa. Il Signa, per ora, sta a guardare e non si rende pericoloso. Al 78′, dopo che la partita era stata fermata per cinque minuti per un infortunio all’arbitro Baschieri (che poi riprende il proprio posto, senza apparenti problemi), arriva la più clamorosa occasione da gol costruita per il Maliseti Tobbianese: traversone dalla destra in mezzo all’area per Cardillo che da posizione favorevolissima, a portiere battuto, mette incredibilmente alto a non più di 4-5 metri dalla linea bianca di porta. Non succede più, nemmeno dopo l’ingresso di Diop per Tomberli nel Signa: si va quindi ai supplementari.

Nel primo tempo supplementare succede davvero poco, nessun tiro in porta e risultato che resta inchiodato sullo 0-0. A pochi minuti dalla fine del secondo tempo supplementare, con il Maliseti Tobbianese in dieci per l’espulsione di Marchiseppe, ecco la più grande occasione costruita dal Signa nell’arco dell’intero match: grande sventola di Coppola e ottima risposta in corner di Battagliero. Quando ormai i rigori sembravano inevitabili, ecco il colpo del giocatore di talento: Cardillo parte dalla fascia destra, si beve un difensore, taglia verso il centro e fa secco Cappelli proprio all’ultimo minuto! Maliseti-Signa 1-0 e vittoria finale dei pratesi!

Il Maliseti Tobbianese alza così la Coppa Italia di Promozione per la prima volta nella sua storia: inoltre guadagna l’accesso al quadrangolare con le vincenti dei play-off dei tre gironi per salire in Eccellenza. Se dalla Serie D retrocedesse solo una squadra toscana (come potrebbe essere in questo momento), tre delle quattro squadre del quadrangolare salirebbero in Eccellenza. Inoltre nel Girone A, il Maliseti lascia il proprio posto libero nei play-off e quindi se si classificasse nei primi cinque posti, accederebbe ai play-off del girone la sesta classifica (sempre che non sia staccata di 10 punti dal secondo posto).

IL TABELLINO: d.t.s. (0-0) 0-1
SIGNA: Cappelli, Ammannati, Balestri, Dainelli, Gabrielli, Alderighi, Renieri (101′ Mansour), Strupeni, Bartolozzi, Coppola, Tomberli (68′ Diop). A disp.: Fois, Alicontri, Pacini, Trenti, Nesi. All.: Roberto Castorina.
MALISETI TOBBIANESE: Battagliero, Manetti (116′ Giandonati), Casarin, Marchiseppe, Bertini, Tarli, Cardillo, Rosi (115′ Casini), Fabbri, Landolina, Caggianese (61′ Lorenzi). A disp.: Brunelli, Melani, Molinara, Niccolai. All.: Fabrizio Rossi.
ARBITRO: Baschieri di Lucca, coad. da Vannetti sez. Valdarno e Ammannati di Pisa.
RETE: 119′ Cardillo.
NOTE: Ammoniti Bertini, Alderighi, Mansour, Dainelli, Landolina, Casarin, Tarli. Espulso Marchiseppe al 109′ per doppia ammonizione. Recupero 1’+2′. Spettatori circa 600.