a

Serie D Girone E – Le cronache di oggi domenica 27 febbraio

Il San Donato Tavarnelle si riprende la vetta, vincendo una sfida molto equilibrata a Gavorrano (che recrimina per le tante occasioni create), e scavalcando il Poggibonsi che dopo 9 vittorie consecutive viene sconfitto a Trestina. Grande vittoria dello Scandicci a Badesse e della Pianese a Pomezia. Ecco le cronache dei match di questo pomeriggio:

SERIE D Girone E – Giornata 26
Cascina-Sangiovannese (sabato) 1-0

Flaminia C.-Cannara 1-0
FLAMINIA: Opara, Staffa, Dominici, Garufi, Gasperini, De Vito, Sirbu, Lazzarini, Sarritzu, Ancillai, Celentano. A disp.: Massaini, Barduani, Carta, Santovito, Galli, Ingretolli, Paun, Traditi, Sciamanna. All.: Nofri Federico
CANNARA: Lori, Lucentini, Bokoko, Myrtollari, Fondi, De Sanctis, Mattia, Bazzoffia, Peluso, Frustini. A disp.: Cocchini, Pellegrini.u, Porzi, Brunetti.epapapdakis, Corrado, Tamponi, Diallo. All.: Antonio Armillei
ARBITRO: Edoardo Manedo Mazzoni di Prato
RETI: 43° Celentano
Era il 12 dicembre 2021 quando il Cannara festeggiava al Blasone la vittoria del derby contro il Foligno. La corsa dei rossoblu si è fermata li perchè da allora sono arrivate solo sconfitte. Quella odierna è l’ottava consecutiva. In casa del Flaminia finisce 1 a 0, proprio come domenica scorsa contro la Pianese. Mister Antonio Armillei deve fare a meno di Bisceglia, torna De Sanctis dalla squalifica e rinuncia ad una punta di ruolo, schierano Bazzoffia e Peluso. I rossoblu reggono bene per tutto il primo tempo sfiorando anche la rete del vantaggio. La doccia fredda arriva proprio nel finale, quando Celentano al 43’ segna la rete che manda le due squadre negli spogliatoi con il Flaminia avanti 1 a 0. Nella ripresa gli ospiti provano a pareggiare, ma I padroni di casa sono bravi a difendersi e alla fine la gara termina sull’1 a 0. Due sconfitte di misura per il nuovo tecnico Antonio Armillei con il Cannara che rimane a quota 17 punti penultimo in classifica, davanti alla Pro Livorno che di punti ne ha 14. La partita di andata era terminata 1 a 1.

Foligno-Arezzo (sabato) 0-4

Follonica Gavorrano-San Donato Tavarnelle 0-1
FOLLONICA GAVORRANO: Ombra, Bruni, Coccia (67’ Fremura), Dierna, Grifoni, Origlio (67’ Mugelli), Liurni, Iacullo, Lo Sicco (77’ Berardi), Fontana (81’ Sylla), Giustarini. A disp.: Vivoli, Del Rosso, Cret, Ampollini, Ramazzotti. All:. Bonura.
SAN DONATO TAVARNELLE: Cardelli, Ciurli (85’ Tognetti), Zini Al., Buzzegoli (73’ Poli), Caciagli, Marzierli, Montini (85’ Alessio), Regoli, Guidi (94’ Borghi), Gerardini (90’ Pisaneschi), Brenna. A disp.: Viti, Zini An., Noccioli, Contipelli. All.: Indiani.
ARBITRO: Sacchi di Macerata, coad. da Giudice di Frosinone e Gookooluk di Civitavecchia.
RETE: 63’ Buzzegoli.
NOTE: Recupero 0’+6’. Ammoniti Coccia, Grifoni, Liurni, Bruni, Caciagli.
Il San Donato Tavarnelle si aggiudica il big match di giornata contro il Follonica Gavorrano (0-1 il finale). Match combattuto tra le due formazioni, con la squadra di Indiani che si aggiudica i tre punti al termine di una bella partita combattuta. 6’ Prima conclusione per il San Donato Tavarnelle da fuori con Regoli, palla alta. 7’ Giustarini entra in area e serve Fontana di tacco, ma il centravanti strozza troppo il tiro sul primo palo e la palla termina fuori. 14’ Annullato un gol a Fontana per fuorigioco. 18’ Guidi ci prova da fuori, palla tra le braccia di Ombra. 30’ Pericolo per la porta del San Donato: Lo Sicco mette in mezzo una punizione per la testa di Iacullo, palla in angolo. Pericolo anche sugli sviluppi del corner sventato dal portiere. 43’ Lo Sicco penetra in area e mette in mezzo per la testa di Giustarini, fermato dal portiere. 44’ Caciagli ci prova da fuori, il suo tiro termina alto di poco. La prima frazione termina così sullo 0-0, risultato giusto se si valuta il computo delle occasioni. 48’ Tiro a giro di Gerardini dopo un errore difensivo, la palla termina fuori. 50’ Slalom di Giustarini e tiro di destro da posizione defilata, Cardelli para in tuffo. 60’ Buzzegoli ci prova da fuori, palla tra le braccia di Ombra. 63’ Buzzegoli trova la perla da fuori area e porta in vantaggio il San Donato Tavarnelle. Il suo tiro di mezzo esterno destro termina all’incrocio. 87’ Mugelli fa passare il pallone in area e cerca il tiro cross rasoterra, sventa il portiere. 94’ Grifoni mette in mezzo per la testa di Berardi che batte a colpo sicuro, ma la palla termina fuori. È l’ultima occasione per il Follonica Gavorrano che, nonostante l’arrembaggio finale, non riesce a trovare il gol del pareggio. Festeggia il San Donato Tavarnelle, che ritrova la vetta complice la contemporanea sconfitta del Poggibonsi.

Lornano Badesse-Scandicci 0-1
LORNANO BADESSE: Conti, Mari (85’ El Jallali), Buono, Manganelli (69’ Schiaroli), Bonechi, Frosinini (72’ Cecconi), Ranelli (85’ Andreoli), Lucatti (69’ Gozzerini), Masini, Chiti. A disp.: Trapassi, Corsi, Diarrassouba, Discepolo. All.: Alessandria.
SCANDICCI: Timperanza, Ficini, Gianneschi, Sinisgallo, Santeramo, Francalanci, Magonara, Tacconi, Imbrenda (60’ Kernezo), Mariani, Saccardi (73’ Palermo). A disp.: Bruni, Frascadore, , Gianassi, Edu Mengue Hoxhaj, Corsi, Jukic. All.: Rigucci
ARBITRO: Petrov di Roma, coad. da Maraviglia di Pistoia e Marconi di Lucca.
RETI: 68’ rig. Saccardi.
NOTE: Ammoniti Manganelli, Frosinini, Conti, Magonara, Marini, Timperanza, Kernezo. Angoli 2-2. Recupero 1’+5’
Il Lornano Badesse soccombe in casa contro lo Scandicci in una gara povera di spunti tecnici ed avara di occasioni da rete. La gara ha visto la formazione ospite ben organizzata e brava a spezzare sul nascere le offensive dei locali che hanno fratto fatica, soprattutto nella fascia mediana del campo, nel costruire gioco e palloni invitanti per il reparto offensivo. Le azioni interessanti sono state poche da entrambe le parti con un tentativo di Imbrenda al minuto 26 e la risposta della squadra di casa pochi minuti dopo con Buono ma in entrambi i casi le conclusioni non hanno inquadrato lo specchio della porta. Nella ripresa la formazione ospite è apparsa più convinta ed approfittando del “grigiore” generale dei biancocelesti ha iniziato a pungere con Gianneschi al 17’st ma Conti è attento e sventa in angolo. Passano pochi minuti e lo Scandicci trova la rete del vantaggio: un lancio dalle retrovie trova la difesa dei locali sguarnita e Kernezo si lancia in contropiede, salta Manganelli che nell’occasione si infortuna e mette a centro area per l’accorrente Saccardi che prova la conclusione ma Conti in uscita commette fallo su di lui: l’arbitro concede il penalty ai fiorentini e sul dischetto va lo stesso Saccardi che mette in rete. Il Lornano Badesse tenta di reagire ma oggi sia Lucatti che Masini sono apparsi in difficoltà contro l’arcigna difesa messa in campo da mister Rigucci e nonostante il tempo a disposizione la squadra di casa non è mai riuscita ad andare alla conclusione, nemmeno nel concitato forcing finale. Brutta battuta di arresto dei ragazzi di Alessandria che si sono fatti imbrigliare nella ragnatela tesa dagli ospiti e non sono stati capaci di trovare il giusto equilibrio tra i reparti; la sconfitta del Lornano Badesse è una sconfitta pesante per il proseguo del campionato anche in virtù della prossima difficile trasferta di Piancastagnaio, dove i biancocelesti devono riscattare l’opaca prestazione odierna.
B&B

Montespaccato-Tiferno Lerchi (sabato) 0-1

Rieti-Pro Livorno Sorgenti 1-1
RIETI (4-3-3): Marenco 7; Tiraferri 5,5, De Martino 6,5, Scalon 4, Perez sv (8’ Benhalima 4); Falilò 6, E. Menghi 6 (63’ Vari 6), Pedone 5,5 (63’ Cesani 6); Attili 5 (77’ Coulibaly sv), Tortolano 6,5, M. Menghi 6 (81’ Canestrelli sv). A disp.: Giori, Orlandi, Manca, Scibilia. All.: Boccolini 5,5.
PRO LIVORNO SORGENTI (4-3-3): F. Rossi 5,5; Cavalli 6 (83’ Solimano sv), Guglielmi 6,5, Costanzo 6, Fancelli 6; Tartaglione 6,5, Bachini 6, Videtta 6 (94’ Filippi sv); Baracchini 6 (61’ Casalini sv), Camarlinghi 6,5, G. Rossi 5,5. A disp.: Tirabasso, Falleni, Bertelli, Turini, Donatini, Megbli. All.: Stringara 6.
ARBITRO: Dini di Città di Castello, coad. da Girgenti e Caputo.
RETI: 20’ Camarlinghi, 22’ Tortolano.
NOTE: Spettatori 200 circa. Al 56’ Marenco para un rigore a Rossi. All’80’ espulso Scalon per doppia ammonizione, al 93’ Tortolano per proteste, il ds del Rieti Halasz e il vice allenatore della Pro Livorno Scalisci, al 95’ Casalini. Ammoniti M. Menghi, Tortolano, Videtta, Bachini, Cavalli. Angoli 2-6. Recupero 3’+8’.
Il Rieti non sa più vincere e pure contro il fanalino di coda Pro Livorno, non riesce ad andare oltre un pareggio (1-1) che, visto il rigore fallito dagli amaranto nella ripresa e le tante occasioni mancate dalla squadra di Stringara, è un risultato da considerare positivo. A pre le danze Camarlenghi al 20’ su svarione difensivo di Benhalima, pareggio-lampo di Tortolano al 22’ con una girata di destro in area. Finale incandescente: il Rieti resta in nove per le espulsioni di Scalon (doppia ammonizione) e Tortolano (fallo di reazione) e un accenno di rissa nei pressi dell’ingresso in campo che costa l’espulsione anche al diesse reatino Giulio Halasz e il vice allenatore della Pro Livorno Scalisci. Le forze dell’ordine riportano la calma, gli ospiti perdono Casalini per un brutto fallo su Tiraferri e dopo 8’ di recupero l’arbitro fischia la fine. Classifica che resta deficitaria, ora il Rieti è terz’ultimo e mercoledì nel recupero casalingo con la Sangiovannese, la formazione amarantoceleste si giocherà una buona fetta di stagione, dovendo fare a meno pure di Tortolano e Scalon. (FONTE: il messaggero.it)

Trestina-Poggibonsi 2-0
TRESTINA: Montanari (69′ Mazzoni), Convito, Lorenzini, Gori, Cenerini, Fumanti, Barbarossa (88′ Sirci), Gramaccia, Essoussi, Khribech (88′ Bruschi), Morlandi (69′ Di Cato). A disp.: Cesarini, Giacometti, Xhafa, De Benedictis, Mariucci. All.: Luca Pierotti.
POGGIBONSI: Pacini, Rimondi, Poggesi (58′ Simoncini), Mazzolli (77′ Gistri), Cecchi, Borri, Muscas,
Camilli, Bellini (58′ Donati) Regoli, Riccobono (39′ Manfredi). A disp.: Vene’, De Vitis, Ponzio, Barbera, Renzi. All.: Stefano Calderini.
ARBITRO: Gianquinto di Parma, coad. da Bernasso di Milano e Nicosia di Saronno.
RETI: 41′ Gramaccia, 44′ Essoussi.
NOTE: Ammoniti Borri, Fumanti, Simoncini, Camilli, Manfredi, Cenerini. Espulso Borri al 70′ per doppia ammonizione.
LE PAGELLE
Trestina

Montanari 6.5 giovane estremo del 2003 che si fa trovare pronto su Mazzolli e su Cecchi in un momento decisivo. 69′ Mazzoni 6.5 portiere esperto che nega il gol agli avversari con un paio di ottimi interventi.
Convito 7 ottima prova del ’02 che può destreggiarsi sia in difesa che a centrocampo. Per novanta minuti mostra ottime qualità fisiche e dinamiche.
Lorenzini 7 addirittura classe 2004, non molla un centimetro, non teme Riccobono e disputa una gara perfetta sulla sinistra.
Gori 6.5 partita pulita, fa girare bene palla e la sua squadra per tutta la gara senza perdere mai la bussola.
Cenerini 6.5 difensore “statuario” che non va mai in difficoltà contro un attacco rapido e che per le sue caratteristiche poteva essere insidioso.
Fumanti 6.5 prende quasi subito le misure agli attaccanti giallorossi disputando una buona partita.
Barbarossa 6.5 non si vede molto nel primo tempo, ma non fa mancare il suo apporto nel terzetto di centrocampo. Nella ripresa prende coraggio e si spinge anche al tiro. 88′ Sirci ng
Gramaccia 7.5 capitano e bandiera bianconera, macina chilometri, recupera tanti palloni e ama inserirsi letalmente, come in occasione del primo gol.
Essoussi 7 tocca pochissimi palloni nei primi quaranta minuti, sembra avulso dalla manovra, ma alla fine nel suo score ci sono un assist (involontario) e un gol. Nel secondo tempo è fondamentale per tenere alta la squadra.
Khribech 7.5 galleggia tra le linee e tocca migliaia di palloni. È il fulcro della manovra offensiva ed entra in tutte le azioni più pericolose degli umbri. Forse il migliore in campo, gli manca solo il gol. 88′ Bruschi ng.
Morandi 6 anche lui attaccante molto fisico, non ha occasioni per pungere ma disputa una gara di sacrificio. 69′ Di Cato 6 partecipa alla festa nel finale.
Poggibonsi
Pacini 6 immobile insieme ai suoi compagni di reparto a fine primo tempo. Dopo 636′ cade la sua imbattibilita’. Nel secondo tempo si riscatta con due parate su Barbarossa e Khribech.
Rimondi 6 copre a dovere la corsia di destra e prova anche a spingere con alterna fortuna.
Poggesi 6.5 uno dei migliori della squadra di Calderini nel primo tempo. Mostra fisicità e buona corsa. 58′ Simoncini 6 classe ’03, entra bene in partita e spinge in coppia con Donati, finisce la gara da centrale difensivo.
Mazzolli 6 condizionato dalla fastidiosa posizione di Khribech non riesce a far girare al meglio la squadra. Pericoloso soltanto sulle palle inattive. 77′ Gistri ng.
Cecchi 5.5 insieme a Borri l’ex Prato si addormenta nei minuti finali del primo tempo. Nel secondo tempo prova a riscattarsi in area avversaria, ma Montanari gli dice no!
Borri 5 anche per lui una gara positiva fino al 41′, poi va in tilt e nel secondo tempo, nel momento di maggior sforzo, si prende il secondo giallo e conseguente espulsione.
Muscas 6 a centrocampo si fa sentire e spesso accompagna anche l’azione offensiva. Cala alla distanza, perdendo il duello con gli avversari.
Camilli 6.5 il capitano, specialista in promozioni, è l’ultimo a mollare. Tocca tanti bei palloni e incita i compagni fino al 95′.
Bellini 6 probabilmente il migliore del terzetto offensivo nel primo tempo, sbatte però spesso contro un ottimo Convito. 58′ Donati 6 entra bene nel match con Simoncini sulla sinistra, ma finisce terzino sinistro per esigenze tattiche.
Regoli 5.5 primo tempo anonimo, meglio nella ripresa; ma il Leone ha bisogno del miglior Regoli per continuare a sognare la Lega Pro. Ben controllato dalla difesa bianconera.
Riccobono 5.5 pomeriggio sfortunato per il giocatore più prolifico dei giallorossi. Sbaglia molto e va k.o. prima dell’intervallo. 39′ Manfredi 5.5 va a duellare contro due giganti con generosità ma senza incidere.
Arbitro
Gianquinto di Parma 6.5 buona direzione di gara in una partita corretta. Giusta la seconda ammonizione di Borri.
IL COMMENTO
Su uno dei campi più insidiosi del girone E, in casa del sempre più sorprendente Trestina (quinto in piena zona play-off) arriva la capolista Poggibonsi, che dopo una lunga striscia di nove vittorie consecutive ha superato in classifica il San Donato Tavarnelle e ha tutte le intenzioni di rimanere in vetta alla classifica. Gara molto bloccata inizialmente, tra le due squadre più in forma del girone E. Locali in campo con il 4-3-1-2, con Khribech da subito molto attivo alle spalle di Essoussi e Morlandi. Il Poggibonsi prova con il suo 4-3-3 a sviluppare il proprio gioco, ma le condizioni e le dimensioni del campo non lo permettono. Come dicevamo, per 39′ succede ben poco. Al 2′ Riccobono tocca per Camilli, destro da fuori e ottima risposta di Montanari. All’11’ risponde Khribech con una bella punizione sul primo palo, parata non difficile per Pacini. Al 20′ ancora Khribech, che ama allargarsi sulle fasce, dalla destra pesca in area Gramaccia, ma il tiro “sporcato” da un difensore è facile preda di Pacini. Al 39′ episodio chiave nel match, con Riccobono costretto ad uscire per infortunio. Con l’ingresso di Manfredi, mentre probabilmente mister Calderini sta riorganizzando la squadra c’è una punizione da posizione tutt’altro che insidiosa. Khribech la calcia bene sul secondo palo, la difesa giallorossa si fa trovare impreparata, Essoussi sul secondo palo sbaglia la conclusione a rete servendo un ottimo assist a Gramaccia che sul palo opposto insacca l’1-0. La capolista accusa il colpo e prima dell’intervallo subisce incredibilmente il raddoppio. Essoussi esce dalle marcature e serve Khribech sulla destra, uno-due tra i marocchini con la difesa ospite ancora troppo “molle”, sull’assist del dieci locale Essoussi anticipa Pacini in uscita. Sul 2-0 si va all’intervallo. Nel secondo tempo il Poggibonsi sembra tornare in campo con il piglio giusto, ma la squadra di Pierotti riprende subito bene le contromisure e di occasioni da gol non se ne vedono. I giallorossi provano a giocare, gli avversari sono sempre ben messi in campo e pungenti nelle ripartenze. Al 63′ ci prova Mazzolli da posizione defilata, su punizione, ma Montanari è molto attento e sventa. Al 67′ ancora il numero quattro ospite pesca Cecchi per il colpo di testa da centro area, ma Montanari ancora una volta è ottimo nel suo intervento. Al 70′ si complicano le cose per il Poggibonsi, quando Borri atterra Khribech a centrocampo e si becca il secondo giallo. Fatica ad attaccare il Poggibonsi che sulla sinistra sembrava aver trovato qualche varco con il doppio inserimento di Simoncini e Donati (anche se Poggesi e Bellini erano stati tra i migliori nel primo tempo). La fatica inizia a farsi sentire e il Leone, in dieci, non ha più forza per attaccare, mentre i locali sfiorano il terzo gol al 73′ con un tiro di Barbarossa, parato da Pacini, e poi all’81’ con Khribech, che “semina il panico” sulla destra, entra in area e si vede negare la gioia del gol ancora da Pacini. Dalla parte opposta ultima occasione del match per Regoli, ma anche in questo caso il portiere avversario, in questo caso Mazzoni, sbarra la strada e la gara si chiude dopo cinque minuti di recupero sul 2-0. Per l’ottimo Trestina di Pierotti arriva il decimo risultato utile consecutivo; il Poggibonsi scivola al secondo posto vista la vittoria del San Donato Tavarnelle a Gavorrano.
Tommaso Nesi

Unipomezia-Pianese 1-2
UNIPOMEZIA: Siani, Santese (52′ Lo Schiavo), Bramati, Lupi (77′ De Iulis An.), Panini, Schiavella (65′ Di Battista), Tozzi (67′ Squerzanti) , Ilari, Delgado, Suffer, Valle (83′ Cartella). A disp.: Spadini, De Iulis Al., Modesti, Odero. All.: Solimina Claudio
PIANESE: Nannelli, Mininno (89′ Rosini), Modic, Gagliardi, Folino, Simeoni, Trovade (89′ Ricci), Marianeschi, Tascini, Convitto (86′ Scuderi), Lepri (71′ Kondaj). A disp.: Crispino, Celestini, Battistelli, Ambrogio, Palma. All.: Brando Lucio
ARBITRO: Davide Matina di Palermo, coad. da Dario Maione e Pierpaolo Vitale.
RETI: 25′ Lepri, 38′ Tascini,63′ Schiavella.
NOTE: Ammoniti Santese, Bramati, Suffer, Nannelli.
Nella ventiduesima giornata di campionato la Pianese espugna Unipomezia per 2-1 e conquista la prima vittoria esterna. Per gli amiatini a segno nella prima frazione Lepri e poco dopo raddoppio realizzato da bomber Tascini, per i laziali rete nella ripresa di Schiavella. Per le zebrette di mister Lucio Brando tre punti importanti in ottica play off.

Scarica ora la nuova App dell’Almanacco del Calcio Toscano

Ordina qui il nuovo Almanacco del Calcio Toscano 2021