a
La splendida tifoseria del Lebowski

Promozione – C.S.Lebowski: con Gori pronti per una nuova avventura

Accostarsi al racconto della storia del Centro Storico Lebowski, “Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica che nasce come emanazione della propria tifoseria”, è impegnativo quanto affascinante, come dimostra l’interesse suscitato spesso nei media nazionali, non solo per l’ingaggio – nella stagione scorsa – del “sindaco” Borja Valero. “La memoria del passato, la tenacia del presente, l’assalto al futuro” si legge sullo striscione nella foto sul sito ufficiale, che accompagna il testo del volantino distribuito a Firenze in Piazza d’Azeglio (da qui “Centro Storico” accanto al tributo al personaggio dei fratelli Coen) in occasione della prima uscita pubblica della società nel 2010, con parole e concetti quali identità fra tifosi e società, calcio in autonomia e autofinanziato, stadio come casa del quartiere. Da allora è passata una dozzina di anni – compleanno festeggiato in piazza Don Chellini a Tavarnuzze il 21 luglio scorso -, la prima squadra si è assestata con grande dignità in Promozione (e con le ragazze proverà l’avventura della serie C), lo stadio “Ascanio Nesi” di Tavarnuzze è sempre pieno di una moltitudine gioiosa e cantante, i soci sono oltre 1500, l’autofinanziamento è aperto con la campagna “For the fans by the fans” accessibile on line sul sito ufficiale, e la vendita di gadgets e magliette, il famigerato merchandising. Ci sono poi il settore giovanile, la scuola calcio diretta da Nanni Concutelli – congratulazioni a lui e alla presidente Ilaria Orlando per la nascita di Nora! – il calcio a 5 che giocherà al Palasport Isolotto.
Con questa doverosa per quanto riduttiva premessa, ecco le ultime novità sulla formazione grigio-nera – colori sociali scelti, si racconta, perché erano le maglie che costavano meno… – che si appresta a disputare il campionato di Promozione, dopo la salvezza ottenuta senza appendici nell’ultima annata (36 punti frutto di 9 vittorie e 9 pareggi, schierando ben 34 giocatori).
In panchina, salutato Diego Murras che va incontro a una nuova sfida con i giovani della Cattolica Virtus, è arrivato Simone Gori reduce da cinque stagioni sulle panchine di Sambuca e Barberino Val d’Elsa, con due campionati vinti, quindi altre due stagioni da vice allenatore a San Donato Tavarnelle e altrettante a Scandicci, entrambe in Serie D. Nella stagione 2021-22 è subentrato a dicembre alla guida del Malmantile in Prima Categoria, chiudendo al 6° posto e la finale di Coppa Toscana (persa 4-2 col Barberino Tavarnelle).
L’Almanacco Calcio Toscano aveva già riportato i nomi delle quote annunciate in ingresso sulla pagina Facebook, ricca al pari del sito di costanti dettagliati aggiornamenti e ricca di più di 53.000 followers. I giovani che faranno parte della rosa sono Alessio Lapis (04), centrocampista proveniente dagli Juniores nazionali del San Donato Tavarnelle, Tommaso Berlincioni (04), difensore esterno destro, che arriva sempre dagli Juniores nazionali, ma da Scandicci, Lorenzo Badii (05), centrocampista reduce dagli Allievi élite della Cattolica Virtus, eJacopo Urbinati (04), centrocampista proveniente anch’egli dallo Scandicci.
Fra gli over, ecco adesso Duccio Fantechi (01), attaccante esterno classe 2001 proveniente dall’Atletica Castello, con la quale ha realizzato 8 gol nella scorsa stagione, conclusasi ai play-off. Compagno di reparto e coetaneo, arriva dalla Lastrigiana Tommaso Del Pela (01), altri rinforzi offensivi sono il centravanti Leonardo Mazzoni (00), uno degli artefici della salvezza del Gambassi, con 21 presenze e 4 gol e Matteo Celentano (95), ex Primavera dello Spezia, quindi passato nei dilettanti con Fiesole, Firenze Ovest, Dicomano e nell’ultima stagione a Malmantile. Per la difesa, l’innesto è il centrale Giuseppe Rosi (99), che ha giocato l’ultima stagione nel Cubino dopo le tante stagioni a Pontassieve. Si punta in pieno all’esperienza per il ruolo fra i pali, affidandosi a Matteo Galluzzo (87), portiere ex Settignanese che in precedenza ha indossato la maglia della Sestese e di altre squadre in Eccellenza e Promozione.
La società dedica un post anche a tutti i ragazzi che, per diversi motivi, non proseguiranno la loro avventura in grigio – nero, ma ne faranno sempre parte idealmente. I loro nomi sono Puerto Leone Ortega (96), con quasi 60 presenze in tre anni e 3 gol, Simone Ferravante (89), Lorenzo Murras (02), Manuel Paggetti (03), Niccolò Bartolozzi (00), Mokhles Mohamed Yasser (00), Stefano Battista (04), Nicolas Mazzanti (02) – per lui il trasferimento in altra città, dopo un noioso infortunio che ne ha compromesso la stagione -, più altri tre giocatori che continueranno a calcare il terreno del Nesi con i colori verdeazzurri di Impruneta Tavarnuzze: Niccolò Cammelli (02), Andrea Marcucci (03) e Niccolò Maier (03), tutti protagonisti dell’affermazione nel campionato provinciale Juniores.
Il Centro Storico Lebowski, recita ancora uno striscione, sta dalla parte di chi ha sfidato l’ordine del mondo, e viaggia libero di solcare il mare e tutte le insidie, anche quelle del campionato di Promozione! Si salpa il 17 agosto con il primo allenamento a Tavarnuzze, nel programma precampionato figurano l’amichevole a Scandicci il 24, quella con la Juniores sabato 28 e una terza a Pontassieve il 31 alle 20.30, poi ci sarà la Coppa, un’altra partita a Incisa l’8 settembre alle 20.30 e l’avventura in campionato.
Edoardo Novelli

Clicca qui per ordinare il nuovo Almanacco del Calcio Toscano

Scarica ora la nuova App dell’Almanacco del Calcio Toscano