app almanacco

Serie D - Ponsacco: situazione molto nebulosa

Situazione molto nebulosa a Ponsacco: dopo che sabato il presidente Massimo Donati (e tutto il suo staff) avevano rassegnato le dimissioni, su precisa richiesta del comitato dei tifosi, ecco che ancora non si sa nulla sul futuro della società. Per ora l'unico rimasto è il d.g. Lemmi che però spiega chiaramente al sito ufficiale del Ponsacco - la situazione della società e della squadra, senza fare illusioni. "La situazione non è facile: noi siamo un’azienda a rischio fallimento che deve pensare anche fare calcio: prima si sistema l’azienda e poi penseremo anche al campo. A Ponsacco una proprietà c’è: è rappresentata dalla dottoressa Lelli cui il Tribunale ha affidato il 98% delle quote di Buonfiglio. Non ci sono cordate in arrivo. Nuovo d.s.? Sicuramente uno lo dovrò prendere, ma non sarà Pinzani (ex d.s. del Real Forte Querceta e della Pistoiese, n.d.r.). Per quanto riguarda il mercato, inizieremo a farlo io e mister Pagliuca, che resterà a Ponsacco fino in fondo alla stagione. Sicuramente qualcuno partirà: noi non siamo in grado di poter garantire uno stipendio con cadenza mensile a persone che mantengono una famiglia. Ad oggi andiamo avanti con le erogazioni liberali. Spero a breve possano esserci novità e ne possa parlare direttamente la proprietà”. Intanto oggi ci sarà l'ufficialità del passaggio del capitano Caciagli al S.Donato Tavarnelle.
Resta una domanda senza risposta? Perché i tifosi hanno chiesto a Donati le dimissioni, se ancora non c'è (come pare e come ha dichiarato lo stesso Lemmi) chi può prendere il suo posto?
Intanto, primi movimenti in uscita: oggi hanno salutato il centrocampista Matteo Caciagli, che si è trasferito al San Donato Tavarnelle, il difensore Alessandro Raimo, passato al Grosseto, e il portiere Alessio Mariani, andato all'Atletico Porto Sant'Elpidio, formazione marchigiana di serie D.

Ultima modifica il Martedì, 03 Dicembre 2019 20:59