app almanacco

Serie D - Ponsacco all'esame Cannara

Non importa se a Cannara si giocherà a porte chiuse. Per l'allenatore del Ponsacco Luigi Pagliuca la sostanza non cambia: “Lontano dal Comunale finora abbiamo raccolto davvero poco rispetto a quel che meritavamo e, dunque, è arrivata l'ora di cominciare a fare punti – dice nella consueta conferenza stampa della vigilia -: non avremo il sostegno dei nostri tifosi, che ci seguono ovunque, ma le motivazioni non devono comunque mancare”. E' dalla sindrome da trasferta, infatti, che devono guarire i “Pagliuca boys”, squadra che in casa viaggia al ritmo delle primissime ma che lontano da Ponsacco ha raccolto appena tre punti in cinque gare, quelli arrivati alla seconda giornata in quel di Pomezia. Il tecnico rossoblù, al riguardo, è fiducioso: la vittoria di una settimana fa contro la corazzata Albalonga ha ridato entusiasmo a tutto l'ambiente “e poi in settimana abbiamo lavorato bene, nonostante il maltempo e il campo pesante, grazie anche alla società che ci ha consentito di allenarci anche sul sintetico di Altopascio”. Domani a Cannara non ci saranno gli infortunati Prete e Pelliconi e mancherà pure Apolloni, che dovrà scontare il secondo dei due turni di squalifica rimediati con l'espulsione di San Giovanni Valdarno. Torna a disposizione, invece, Becagli, pure lui espulso quindici giorni fa contro la Sangiovannese. E ci saranno anche i due nuovi acquisti Lischi e Alesso, due 19enni arrivati dalla Primavera del Livorno e ben conosciuti dal tecnico rossoblù che li ha già avuti nella stagione alla guida della Berretti amaranto: il primo è un difensore con già una significativa esperienza in serie D (32 presenze la stagione scorsa con il Tuttocuoio), il secondo un attaccante.