app almanacco

Coppa Italia Serie D - Le cronache di oggi

Ancora 4 squadre toscane in lizza e oggi si sfidavano: a Ponsacco rossoblu contro Seravezza e a Grassina rossoverdi contro il S.Donato Tavarnelle. Ecco le cronache delle due partite con al collaborazione dei due uffici stampa delle società che ospitavano le sfide:

Ponsacco-Seravezza 2-0
Per l’Fc Ponsacco 1920 la Coppa Italia è anche l’occasione per dare spazio e verificare la condizione di chi ha giocato meno. Il Seravezza, invece, riconferma sei undicesimi della formazione titolare. Si spiega soprattutto così la sconfitta dei rossoblù, battuti per 2-0 questo pomeriggio al Comunale di via della Rimembranza, e la conseguente eliminazione. Per la squadra di Pagliuca, dunque, l’avventura in Coppa italia si ferma ai sedicesimi e l’attenzione è già tutta sulla trasferta di domenica sul campo del Bastia. Il Seravezza, invece, va avanti e agli ottavi dovrà affrontare il San Donato Tavarnelle. Turn over quasi totale nella fila dell’Fc Ponsacco con il tecnico rossoblù che schiera un undici completamente diverso da quello sceso in campo domenica a Trestina in campionato, eccezion fatta per Di Renzone, facendo esordire Reymond, svizzero di 24 anni la stagione scorsa in forza al Cuneo, e il 19enne scuola Parma Molinaro, tutti e due arrivati nelle settimane scorse: il primo si piazza in cabina di regia e il secondo in posizione d’interno destro. Molto più prudente, invece, il tecnico del Seravezza Vangioni che riconferma più di metà della squadra scesa in campo quattro giorni fa con il Verbania. Alla lunga la maggior esperienza dei versiliesi pesa. Perché l’Fc Ponsacco 1920 comincia meglio e al 3’ sfiora il gol con Aufiero che, liberato da Molinaro, spara da distanza ravvicinata sfiorando la traversa. Poi, però, il Seravezza comincia a macinare. Per due il portiere di casa Lista si supera: prima, al 25’, vola e smanaccia in angolo un’incornata di Andrei e poi, dieci minuti dopo, quando si allunga e devia una stoccata dal limite di Djibril. Al 32’, però, proprio non può nulla sulla gran giocata di capitan Granaiola che salta un avversario e dal vertice sinistro dell’area di rigore lascia partire una palombella che s’insacca sul palo opposto. Soffre l’Fc Ponsacco 1920, ma al 35’ ci pensa ancora Lista a togliere le castagne dal fuoco accartocciandosi su una conclusione ravvicinata di Dijbril. La ripresa riprende sulla falsariga del primo tempo. Così prima, al 13’, Dijbril centra un difensore di casa da due passi e poi, al 16’, arriva il raddoppio con Bongiorni che raccoglie un assist di Bedini e insacca da due passi. La musica cambia nell’ultima mezzora quando Pagliuca getta nella mischia prima Papi, poi Apolloni e Mazroui e quindi Tehe. Ma è troppo tardi, anche se al 31’ Papi, innescato da Fornaciari, viene anticipato proprio al momento di concludere. E al 39’ Papi e Fornaciari invertono i ruoli con il primo che ispira e il secondo che conclude di poco alto.
IL TABELLINO: 0-2
PONSACCO: Lista; Autieri, Di Renzone (70' Tehe), Becagli, Pelliconi; Molinaro (54' Papi), Reymond (60' Apolloni) Degl’Innocenti (65' Mazroui); Lenzi; Aufiero (70' La Prova), Fornaciari. A disp.: Mariani, Giuliani, Caciagli, Noccioli. All.: Pagliuca.
SERAVEZZA: Petroni; Maccabruni; Giordani, Andrei (75' Frugoli); Bedini (85' Nannipieri), Lucaccini, Nelli (90' Latini), Granaiola, Moussafi; Djibril (70' Podestà), Bongiorni (88' Fall). A disp.: Mazzini, Del Frate, Grassi, Frateschi. All.: Vangioni.
ARBITRO: Capasso di Genova.
RETI: 32’ Granaiola; 61' Bongiorni.

Grassina-S.Donato Tavarnelle 1-3
Aglianese, Lucchese, Scandicci: questi sono stati i tre ostacoli superati dal Grassina nella lunga corsa della Coppa Italia. Il quarto, purtroppo, è stato fatale: il San Donato Tavarnelle passa al Pazzagli ed estromette i rossoverdi dalla competizione all’altezza dei sedicesimi che rappresentano comunque un onorevolissimo traguardo per i ragazzi di mister Innocenti. Turnover per entrambe le formazioni, in particolare per i rossoverdi: in panchina Burzagli, Villagatti, Torrini, Bigica e Calosi, esordio da titolare per il classe 2002 Di Blasio. Il match non si scalda troppo, ma vede i padroni di casa che impostano con discreta fluidità e vanno al tiro proprio con Di Blasio (blocca Cucchiararo). I gialloblù si fanno vedere invece con Brenna e Gemignani, ma Cecchi respinge le due conclusioni ravvicinate. Poco da fare, invece, al 28’, quando Brenna svetta più in alto di tutti sul corner e porta in vantaggio il San Donato. Il Grassina prova a rispondere subito con un tiro di Privitera che prova a sorprendere il portiere ospite fuori dai pali, ma la palla si alza di poco sopra la traversa. Nella ripresa mister Innocenti getta nella mischia Leporatti e Torrini, ma sono gli ospiti a trovare la rete: Pino approfitta di un errore della retroguardia rossoverde per saltare Cecchi e raddoppiare. Il Grassina ritrova coraggio pochi minuti dopo, al 56’, quando un fallo in area su Benvenuti è punito col penalty: dal dischetto Bruni accorcia le distanze. Lo stesso Benvenuti è il più pericoloso quando calcia da fuori, ma Cucchiararo alza sopra la traversa. E proprio mentre il pubblico di casa ritrova fiducia per la rimonta, ad un quarto d’ora dalla fine i gialloblù la chiudono con il colpo di testa di Masini di nuovo su corner. E’ di fatto l’ultima azione del match.
IL TABELLINO: 1-3
GRASSINA (4-3-3): Cecchi, Privitera, Testaguzza, Alderotti, Benvenuti (69’ Pisaneschi), Nuti (55’ Bigica), Degl’Innocenti, Metafonti (46’ Torrini), Di Blasio (69’ Calosi), Marzierli (46’ Leporatti), Bruni. A disp.: Burzagli, Marconi, Villagatti, Gargano. All.: Matteo Innocenti.
SAN DONATO TAVARNELLE (3-5-2): Cucchiararo, Nassi, Zambarda, Brenna, Ciurli, Gemignani, Favilli (66’ Tetteh), Zagaglioni (69’ Masini), Calonaci (54’ Salvadori), Pino (62’ Giordani), Zuppardo (85’ Kernezo). A disp.: Nannelli, Monticelli, Koci, Montini. All.: Simone Venturi.
ARBITRO: Manzo di Torre Annunziata, coad. da Raccanello di Viterbo e Leonardi di Ostia Lido.
RETI: 28’ Brenna, 50’ Pino, 56’ rig. Bruni, 76’ Masini.
NOTE: Ammoniti Bigica, Nassi, Ciurli, Favilli. Tiri in porta 4-5. Tiri fuori 4-2. Angoli 3-6. Fuorigioco 1-2. Recuperi 1’+5’.