app almanacco

Eccellenza Girone B - Le cronache di oggi domenica 12 gennaio

Badesse clamorosamente sconfitto in casa (anche se a Tavarnelle) dal Valdarno, mentre alle sue spalle pareggiano nello scontro diretto Sinalunghese e Porta Romana; la Colligiana batte la Fortis e risale in classifica, così come il Terranuova Traiana.

Badesse-Valdarno F.C. 0-1
BADESSE: Manis, Cecconi (73' Bonechi), Selimi, Mitra (65' Marino), Sabatini, Mazzanti, Fonjock, Riccobono (85' Ammannati), Sanna (75' Motti), Marabese , Frosinini (50’ Bassa). A disp.: Lombardini, Parigi, Zagaglioni, Corsi. All.: Alessandro Deri
VALDARNO F.C.: Lampignano, Bettoni (73' Gualandi), Miranti, Fani, Gori, Giustini, Sesti, Vangi (77' Yahon), Bastianelli, Muho, Gianotti (86' Bencini). A disp.: Simoni, Servillo, Fioravanti, Rossi, Busce.  All.: Marco Brachi
ARBITRO: Giordano di Grosseto, coad. da Liberatori di Arezzo e Bettazzi di Prato.
RETI: 79’ Gianotti.
NOTE: Ammoniti Riccobono, Cecconi, Fonjock, Manis, Gianotti, Bettoni, Giustini, Bencini. Angoli 5-1. Recupero 5’+5’.
Il Badesse incappa in una giornataccia e rimedia una sconfitta interna che non lascia spazio ad alibi: squadra contratta e a tratti svogliata che non è riuscita mai a mettere in difficoltà gli avversari. Il Valdarno ha fatto la sua onesta partita con un pressing sui portatori di palla ed azioni insistite che hanno messo in difficoltà la retroguardia biancoceleste. Primo tempo avaro di occasioni con le due squadre che non riuscivano mai ad andare alla conclusione e con gli ospiti più intraprendenti che non riuscivano però a capitalizzare la mole di gioco creata. Nella ripresa tutti si aspettavano una reazione di orgoglio dei ragazzi di Deri ma i valdarnesi erano bravi ad imbrigliare il gioco nella zona centrale del campo ed ogni azione svaniva senza grandi sussulti. Intorno alla mezz’ora il Valdarno passa in vantaggio: Mirante dalla fascia destra mette a centro area dove Gianotti piazza la zampata vincente e mette la palla in rete. La rete scuote i biancocelesti che tentano di riorganizzarsi per rimettere il risultato in equilibrio ma prima Marabese e dopo Ammannati sono imprecisi e così gli ospiti arrivano indenni al termine della gara. Badesse che non ha saputo metabolizzare la sconfitta patita nella finale di Coppa Italia disputando una gara incolore, senza determinazione e grinta, con poco carattere e soprattutto senza vigore agonistico; una squadra spenta e prevedibile che ha patito la voglia di rivalsa degli ospiti. Nonostante la sconfitta rimediata i biancocelesti sono sempre al comando della classifica ma devono recuperare energie mentali fresche perché domenica prossima c’è la difficile trasferta di Porta Romana contro una delle immediate inseguitrici.
B&B
 
Colligiana-Fortis Juventus 3-1
COLLIGIANA: Fenderico, Focardi Olmi, Ciolli (66’ Marangon), Bouhamed, Saitta, Ticci, Silvestri, Biagi (79’ Rustioni), Carlotti (96’ Gennari), Iaquinandi, Dosso (80’ Ceccatelli). A disp.: Pupilli, Camarri, Ciacci, Alberici. All.: Marco Ghizzani.
FORTIS JUVENTUS: Becchi, Fontani, Marucelli Teo, Carnevale (54’ Innocenti), Arias (65’ Soleti), Gurioli, Betti, Mbye (80’ Giordano), Graziani, Serotti, Fedele. A disp.: Scarpelli G., Forcella, Lippi, Zoppi, Marucelli Tobia. All.: Michele Fusi.
ARBITRO: Tommaso Bassetti di Lucca, coad. da Christian Giannetti sez. Valdarno e Giuseppe Alessio Lumetta di Piombino.
RETI: 10’ Biagi, 36’ Bouhamed, 72’ rig. Betti, 93’ Carlotti.
NOTE: Ammoniti Bouhamed, Carnevale, Ciolli, Serotti. Al 68’ Becchi ha parato un rigore a Iaquinandi. Recupero 1’+7’.
La Colligiana torna al “Gino Manni” e rimanda battuta la Fortis Juventus di Borgo San Lorenzo per tre reti ad una. Subito avanti con i gol di Biagi e Bouhamed, la Colligiana ha poi controllato la gara anche se poi la Fortis è venuta fuori mettendo un pò in apprensione la retroguardia biancorossa soprattutto nella fase iniziale della ripresa. La Colligiana non è stata comunque a guardare e si concessa anche il “lusso” di sbagliare un calcio di rigore con uno dei suoi uomini migliori, Iaquinandi. Dal dischetto non ha però sbagliato la Fortis che ha accorciato le distanze con Betti. Ci pensava però Carlotti, sia pure a tempo scaduto, a segnare la rete della tranquillità. Come detto partono bene i biancorossi che vanno in vantaggio al decimo minuto di gioco grazie a Biagi che da centro area batte Becchi su assist di Iaquinandi. Ed è sempre su assist di Iaquinandi che Bouhamed realizza la rete del raddoppio al 36’. Sul risultato di due a zero fa va al riposo. A inizio ripresa la reazione al doppio svantaggio della Fortis è sterile e non produce occasioni da rete con la retroguardia biancorossa che fa buona guardia. Al 21’ Ghizzani è costretto a sostituire per infortunio Focardi Olmi con Marangon. Al 22’ lancio per Dosso che entra in area e viene travolto da Becchi: ammonizione per il numero uno ospite e rigore. Va sul dischetto Iaquinandi ma Becchi intuisce e devia col corpo in angolo. Intanto Dosso non può rientrare ed il suo posto sul terreno di gioco viene preso da Ceccatelli. Al 27’ fallo in area di Ticci e rigore per la Fortis Juventus che con Betti accorcia le distanze: Fenderico può solo intuire la direzione della palla ma non ci arriva. Tre minuti oltre il novantesimo Carlotti realizza la rete del tre a uno. Nell’ulteriore recupero, alla fine saranno ben sette i minuti di recupero concessi dal direttore di gara, non succede in pratica più nulla. Soddisfatto della prestazione dei suoi mister Ghizzani: "sono contento perché questa gara rappresentava un bivio importante. Siamo una squadra che può vincere o perdere con tutti. Ritengo la Fortis Juventus una squadra tosta che ha fatto vedere un buon calcio e che nelle ultime nove partite aveva preso solo tre gol, quanti ne ha incassati oggi. La Colligiana è stata in partita per novanta e più minuti. Peccato per il rigore sbagliato che ha fatto prendere una boccata di ossigeno alla Fortis che ha spinto più sull’acceleratore fino all’ingenuo rigore. La Fortis non si è mai avvicinata alla nostra porta e anche quando non abbiamo giocato benissimo qualche pallone nell’area avversaria lo abbiamo messo. La sofferenza di inizio ripresa è forse dipesa dall’affaticamento di qualche elemento che gioca sempre fin dal primo di agosto e un calo fisico o di tensione ci sta".
FONTE: colligianacalcio.it

Sinalunghese-Porta Romana 0-0
SINALUNGHESE (4-3-3): Marini; Leti (89' Lorusso), Menchetti, Fanetti, Meoni (74' Papa); Pietrobattista, Camillucci (83' Doka Bjorn), Cerofolini (64' Minocci); Redi, Pluchino, Gerardini. A disp.: Costa, Baldassarri, Trombesi , Bardelli, Doka Brent. All.: Marmorini
PORTA ROMANA (4-3-3): Morandi; Matteo Gia., Spinelli, Franchi (93' Galasso), Cirri; Vanni, Mazzanti, Matteo Lor.; Mearini (80' Aragoni), Calabretta (70' Mazzoni), Traversari (83’ Centrone). A disp.: Romagnoli, Giachi, Paita, Semplici, Niscola. All.: Mastrantoni (Lacchi squalificato).
ARBITRO: Di Mario
NOTE: Ammoniti Fanetti, Camillucci, Cirri, Spinelli, Franchi, Mazzanti.
Termina con un pareggio a reti bianche lo scontro al vertice tra Sinalunghese e Porta Romana, partita di cartello della terza giornata del girone di ritorno di Eccellenza. Fallito, per ora, il tentativo di avvicinare le Badesse, sconfitte in casa per 1-0 contro il Valdarno. Al Carlo Angeletti la Sinalunghese è arrivata decisa a giocarsi le proprie carte per vincere la partita, e il pubblico ha risposto ottimamente affollando gli spalti dello stadio; dall’altra parte, il Porta Romana è sembrato remissivo sin dalle prime battute, arrivato a Sinalunga con l’obiettivo di portare a casa un punto senza scoprirsi troppo e rischiare di uscire sconfitto. I rossoblù, così, hanno iniziato a macinare gioco fin dal primo minuto, trovando però difficoltà nello sfondare la folta retroguardia avversaria, con il Porta Romana bravo a scivolare dietro la linea della palla con continui raddoppi sui portatori di palla della Sinalunghese. I locali hanno battuto una miriade di corner, e da uno di questi è arrivata l’occasione più limpida del primo tempo, con uno schema ben congegnato da Redi e Pietrobattista con Pluchino sfortunato nello svirgolare sotto porta la palla del suo compagno. Il Porta Romana, in tutta la gara, si è visto una sola volta, quanto è bastato però per mettere i brividi ai tifosi di casa: dopo una palla persa dalla Sinalunghese in zona offensiva, Traversari è ripartito sull’out di destra e servito a tu per tu con Marini ha chiamato il numero uno locale all’intervento salva risultato. Nel secondo tempo si è giocato sulla falsa riga del primo, con la Sinalunghese a impostare e il Porta Romana incapace di superare la metà campo se non con sporadici contropiedi mal gestiti dal tridente offensivo; i rossoblù, dalla loro, possono recriminare per la poca cattiveria nei momenti in cui potevano fare davvero male agli avversari, con Redi, Pluchino e Gerardini che potevano capitalizzare al meglio alcune palle gol capitate sui loro piedi. Il triplice fischio ha decretato un pareggio tutto sommato positivo per entrambe le squadre, che non perdono di vista la vetta della classifica, ma che ha lasciato, soprattutto per la Sinalunghese, un’amara scia di delusione per quanto poteva essere fatto di più. Domenica prossima la squadra di Marmorini affronterà fuori casa la Fortis Juventus, in piena zona play out e reduce da un pesante 3-1 subito in casa della Colligiana. 

Terranuova Traiana-Zenith Audax 3-0

Ultima modifica il Domenica, 12 Gennaio 2020 21:24