app almanacco

Eccellenza - La Sinalunghese a caccia della vittoria

La Sinalunghese, dopo un mese senza vittorie, cerca riscatto nella partita di domenica al “Carlo Angeletti”. A far visita ai rossoblù sono i fiorentini del Signa 1914, reduci dallo 0-0 contro l’Antella e alla ricerca di punti importanti per non rimanere fin da subito invischiati nelle zone basse della classifica. I gialloblù hanno collezionato 5 punti nelle prime cinque giornate, uno in più della Sinalunghese, con l’unica vittoria in casa contro il Foiano e due sconfitte pesanti contro Poggibonsi e Colligiana. La Sinalunghese, ancora alla ricerca della prima vittoria casalinga, viene dal complicato pareggio per 1-1 acciuffato in rimonta sul campo dello Zenith Audax. La partita di domenica scorsa è stata l’occasione per rivedere in campo dal primo minuto capitan Calveri, che sembra finalmente aver superato i brutti infortuni che lo hanno martoriato anche nella stagione scorsa, ma anche per apprezzare l’esordio da titolare dell’acquisto più atteso in casa rossoblù, l’attaccante Pierre Pluchino: il venezuelano non si è fatto attendere ed ha subito siglato la sua prima rete con la nuova maglia, senza considerare il rigore decisivo calciato contro il Foiano in Coppa. Pluchino ha messo la firma su un pareggio tutto sommato giusto, visto anche l’andamento della gara. Il risultato è stato mantenuto in equilibrio grazie anche alle solite parate di Marini e alla prestazione convincente di tutta la squadra, capace di soffrire e recuperare lo svantaggio arrivato a pochi minuti dal fischio finale. Nell’attesa del ritorno di Camillucci, ancora ai box ma presto disponibile per mister Marmorini, la Sinalunghese dovrebbe schierare la solita formazione vista in campo a Vernio contro lo Zenith, fatta eccezione per il ballottaggio Leti-Meoni a completare la linea di difesa. Davanti si giocano una maglia da titolare Pluchino e Doka Bjorn, che saranno certamente supportati dalla velocità di Redi e Gerardini.