almancacco 2020 quadrato

Eccellenza - Lampignano (Cuoiopelli): “Adesso l'obiettivo sono i play-off!”

Alessio Lampignano, pronto alla seconda stagione alla Cuoiopelli Alessio Lampignano, pronto alla seconda stagione alla Cuoiopelli

“Non ci nascondiamo: l’obiettivo sono i play-off”: a meno di un mese dal via della preparazione (la Cuoiopelli si ritroverà il 18 agosto per i test e poi doppia seduta di allenamento nella settimana successiva, forse in ritiro in Liguria dal mister Davide Marselli), il portiere Alessio Lampignano (97) traccia la strada che i biancorossi vorranno e dovranno seguire nella stagione 2021/22. Ed è una strada ambiziosa perché parla di una Cuoiopelli di nuovo ai vertici del campionato per giocarsi qualcosa… di importante!
“La società si è mossa molto bene - spiega l’ex portiere di Montevarchi, Colligiana, Poggibonsi, Sestese e Valdarno - e quindi sta a noi ripagare gli sforzi fatti dai dirigenti di Santa Croce che hanno rinnovato molto. Veniamo da un’annata difficile visti i valori, ma abbiamo potuto valutare bene le carenze della squadra e così abbiamo capito dove dovevamo migliorare un po’. Secondo me la società ha dimostrato serietà per come si è comportata: è stato aperto un ciclo nuovo per gettare le basi per non arrivare all’anno prossimo senza esperienza, soprattutto per i più giovani. I due mesi di campionato sono stati una sofferenza perché forse tutte le squadre avevano qualcosa più di noi”.
Adesso la società diretta da Sandro Marcheschi ha rafforzato molto la squadra: gli arrivi in difesa di Andrea Alderotti (91), a centrocampo di Matteo Martini (96) e Tommaso Borselli (96) e in attacco di Gabriele Falchini (86) e Matteo Bracci (98), le conferme tue e di Pirone, senza citarli tutti…. L’obiettivo?
“Quest’anno la base è importante sia sugli esperti che nelle quote: la squadra è forte e i playoff devono essere il nostro obiettivo, se poi faremo qualcosa di più ancora meglio! Il Perignano resta davanti a tutti, ma secondo me il gap che avevamo si è ridotto moltissimo”.
Te vieni da una stagione difficile, visto che la squadra soprattutto si difendeva: sei stato molto impegnato. A che punto è arrivata la tua maturazione professionale?
“Fino alla stagione scorsa - spiega il portiere, adesso in vacanza in Sardegna - ero abituato a giocare per l’alta classifica e non ero mai sceso sotto la sesta posizione. Ma la ripartenza della Categoria Regina mi ha fatto maturare molto a livello mentale perché avendo una squadra sulla carta inferiore le responsabilità aumentano, soprattutto nei confronti dei compagni più giovani. Dal lato tecnico? C’è sempre da maturare e da migliorare a ogni allenamento, non si finirà mai di lavorare su se stessi. Sono 7 anni che gioco in questa categoria e credo di starci bene: tecnicamente mi sento pronto e affidabile, fisicamente posso far meglio a livello di esplosività”.

Scarica ora la nuova App dell'Almanacco del Calcio Toscano

Ordina qui il nuovo Almanacco del Calcio Toscano 2021

Ultima modifica il Domenica, 25 Luglio 2021 20:48