almancacco 2020 quadrato

Eccellenza - Le cronache di oggi domenica 2 maggio

Un terzetto in testa al Girone A: Cascina, Massese e Fratres Perignano, il Ponsacco invece è ufficialmente in crisi; nel B invece è fuga per il Poggibonsi che vince il sentito derby della Valdelsa ed “elimina” la Colligiana, non convince la Fortis mentre il Valdarno fatica più del previsto per battere il Firenze Ovest, prima vittoria del Terranuova a Signa. Ecco le cronache dei match più interessanti del pomeriggio:

ECCELLENZA Girone A - Giornata 3
Cascina-Cuoiopelli 3-0
CASCINA
(4-4-2): Brunelli; Borgia, Fatticcioni, Cela, Puleo; Tescione (46’ Pini), Balleri (89’ Scaramelli), Olivotto, Rigirozzo (86’ Materazzi); Frati (78’ Folegnani), Chiaramonti (67’ Cosi). A disp.: Gambini, Giari, Gargini, Barsotti. All.: Luca Polzella.
CUOIOPELLI
(4-1-4-1): Lampignano; Iannello (67’ Zocco), Spinelli, Bagnoli, Martinelli; Benvenuti (53’ Passerotti); Buscè, Diomandè (53’ Petracci), Cornacchia, Dal Poggetto (82’ Moretti); De Simone. A disp.: Poli, Baeza, Carli, Bonfanti, Isola. All.: Davide Marselli.
ARBITRO
: Mattia Solito di Piombino, coad. da Giacomo Crispolti di Piombino e Tommaso Cardini di Firenze.
RETI
: 20’ rig. Frati, 81’ rig. e 93’ Folegnani.
NOTE:
Ammoniti Balleri, Rigirozzo, Pini, Benvenuti, Dal Poggetto.
Importante conferma del Cascina nella terza giornata del campionato di Eccellenza Toscana: tre reti alla Cuoiopelli, primo posto in classifica e unica squadra ancora senza subire reti dopo tre giornate. La partita è stata disputata ancora una volta sul campo Fiorentini (visto che il Redini è ancora indisponibile) ed è stata disturbata da un forte vento di ponente che, in particolare sui palloni alti, cambiava in maniera assai evidente le traiettorie del pallone. Polzella schiera una formazione offensiva con tre attaccanti (anche se Rigirozzo, sulla sinistra, gioca un po’ arretrato), Marselli si schiera invece con un 4-1-4-1, che in fase offensiva si trasforma in un 4-3-3. La partita la fa comunque il Cascina, la Cuoiopelli tira nello specchio della porta avversaria solo una volta in tutta la partita e lo fa con un tiro debolissimo. Sono pochi anche i tiri nello specchio della porta avversaria anche da parte del Cascina (tre tiri, tre goal), anche se le opportunità per il Cascina sono state veramente tante: alla fine saranno dieci i tiri terminati a lato della porta difesa da Lampignano. Il Cascina passa al 20’: Bagnoli atterra Frati in area di rigore e lo stesso Frati si incarica del tiro dal dischetto: portiere a sinistra, palla a destra. Il raddoppio del Cascina è ancora di rigore: nel secondo tempo, al 36’, Cornacchia atterra Cosi in percussione sulla destra: bomber Frati è uscito da tre minuti e sul dischetto va il suo sostituto Folegnani, che non fa rimpiangere il compagno; stavolta il portiere va a destra, ma la palla a sinistra. Il terzo gol, in pieno recupero, viene a seguito di un inserimento in area dal fondo di Borgia che supera due avversari e mette al centro dove Folegnani, solo soletto, appoggia in rete da due passi. A fine partita abbiamo raccolto le parole del presidente Valerio Sisti, ovviamente assai soddisfatto: “Dopo due risultati positivi (vittoria in casa col Ponsacco e pareggio a Camaiore, ndr) attendevamo con interesse questa gara per vedere se saremmo riusciti a confermare la concentrazione ed il bel gioco espresso nelle gare precedenti. Mi sembra che i ragazzi ci siano riusciti in pieno. Al tavolo per poter accedere ai playoff adesso ci siamo anche noi, ci crediamo e faremo di tutto per portare in alto il nome di Cascina.”
FONTE: cascinanotizie.it

Massese-Camaiore 2-1
MASSESE: Barsottini, Battistoni, Della Pina, Malanchi, Zambarda, Prete, Thiam (46’ Kouko), Lucaccini, Centonze (58’ Bennati), Papi, Igbineweka. A disp.: Ventura, Manfredi F., Bonini, Niang, Michelotti, Mazzucchelli, Trotta. All.: Gassani Matteo
CAMAIORE: Mariani, Galli (82’ D Antongiovanni), Signorini, Ricci, Arnaldi (78’ Benedetti), Verdi, Da Pozzo, Ceciarini, Geraci (58’ Raffi), Viola (74’ Mancini), Morelli (74’ Agostini). A disp.: Petroni, Papi, Pacini, Conti. All.: Bracaloni Riccardo
ARBITRO: Giuseppe Pasquariello di Novi Ligure
RETI: 45° Viola, 67° Kouko, 73° Kouko
NOTE: Ammoniti Battistoni, Igbineweka, Zambarda, Morelli, Arnaldi, Barsottini. Recupero 5’+4’.
Kouko consegna la vittoria, meritata, ai bianconeri. Prestazione maiuscola dell’alfiere ex Perignano. La Massese vince il big match e continua a sognare in grande. Gioia incontenibile per i ragazzi di Gassani che ora si prepareranno per la trasferta sul campo del Tuttocuoio, a seconda dell’evoluzione del cluster di covid nella squadra di Ponte a Egola. Ecco la cronaca. 14′: Galli atterra Thiam all’altezza della trequarti d’attacco della Massese. Papi posiziona la palla e mette in mezzo un insidiosissimo cross spizzato da capitan Zambarda, ma la palla esce larga dalla porta difesa da Mariani. 29′: Servito da Papi, Thiam ci prova al volo dal limite dell’area di rigore, ma il suo tiro deviato finisce di poco a lato. Sugli sviluppi del corner battuto dallo stesso Papi, dopo una serie di rimpalli, Zambarda prova la conclusione ma viene ribattuto dalla difesa. 37′: Galli sugli sviluppi della punizione centra la barriera, ma l’arbitro fa ripetere. Il secondo tentativo è più pericoloso, ma la bella parabola disegnata dal numero 2 del Camaiore finisce facile facile fra le braccia di Barsottini. 38′: Papi libera il destro dai 25 metri, ma la conclusione è di molto larga alla sinistra di Mariani. 42′: Malanchi, uno dei migliori in campo in questa prima frazione, fa legna e difende ottimamente la palla, prima di imbucare per Igbinewela che riesce a districarsi e tirare verso la porta, ma la conclusione è troppo debole. 47′: Gol Camaiore; all’ultimo secondo gli ospiti passano in vantaggio. Bella discesa sulla destra di Geraci che, arrivato in fondo, mette al centro per l’inserimento di capitan Viola che col piattone destro trafigge un incolpevole Barsottini. Nella ripresa 16’: Igbineweka metta una bellissima palla in mezzo dalla sinistra, ma il bel colpo di testa sul primo palo di Kouko finisce di poco fuori. Grande occasione per i bianconeri. 17’ s.t.: Zambarda batte benissimo una punizione dalla trequarti, ma il suo tagliatissimo sinistro a rientrare non viene deviato da nessun giocatore bianconero. Si dispera il capitano. 22’ s.t.: Pareggio della Massese! Il neo-entrato Kouko fa sentire subito la sua presenza e ristabilisce la parità al “Gianpiero Vitali”. Servito da Papi, dentro l’area difende la palla spalle alla porta prima di girarsi e schiantare sotto la traversa un poderoso destro. Bellissimo gol, da centravanti puro. 28′ s.t.: Massese in vantaggio! Kouko fa doppietta e manda in Paradiso i bianconeri. Dagli sviluppi di una rimessa laterale, Battistoni matte la palla in mezzo con il sinistro. Mariani esce a vuoto e Kouko, di testa, non può sbagliare.
FONTE: vocepauana.com

Fratres Perignano-San Miniato B. 1-0
FRATRES PERIGNANO
: Rizzato, Lucarelli, Pennini, Marcon, Genovali, Aliotta, Pardera (46’ Fiaschi), Fabbrini (67’ Filippi), Andolfi, Remedi L. (86’ Campisi), Sciapi. A disp.: Martinelli, Lazzerini, Di Giulio, Canali, Nannipieri, Bani. All.: Ticciati.
SAN MINIATO B.: Del Bino, Bozzi, Accardo, Nolè (89’ Guerra), Parenti, Marinari, Taddei (65’ Pecci), Borselli, Micchi (72’ Borgioli), Danieli Vaz (77’ Tremolanti), Fofi (72’ Cardini). A disp.: Giannangeli, Capriglione, Santagata, Biondi. All.: Venturini.
ARBITRO: Bassetti di Lucca, coad. da Scanu e Lembo.
RETI: 87’ Filippi.
NOTE: Ammoniti Andolfi, Pennini, Danieli Vaz, Bozzi, Nolè, Fofi, Ticciati, Marcon. Recupero 1’+4’.
Vince e convince il Fratres Perignano che supera tra le mura amiche per 1-0 il San Miniato Basso, al termine di una partita vivace e interessante, dove a recitare il ruolo del protagonista sono state le condizioni atmosferiche. Il forte vento che ha tirato per tutti e 90 i minuti ha complicato non poco le trame di gioco delle due squadre, ma alla fine, dopo tre gol annullati, un’incornata di Filippi in zona Cesarini ha regalato i tre punti alla banda di mister Ticciati, adesso in testa al proprio girone di Eccellenza insieme a Cascina e Massese, tutte e tre a quota 7 punti dopo le prime 3 giornate di campionato. Rispetto alle scorse uscite, il Fratres Perignano ha mostrato diversi passi avanti sotto ogni aspetto, meritandosi così il successo al suono del triplice fischio finale. Nelle fasi iniziali di gara il San Miniato Basso prova a farsi vedere in avanti con Fofi, che sfida Aliotta in uno contro uno e poi calcia verso la porta di Rizzato senza creare grossi problemi al numero 1 rossoblù. Al quarto d’ora, Sciapi viene lanciato in profondità, difende il possesso e mette la palla sotto il sette, la sua esultanza viene però fermata dalla terna arbitrale che annulla il gol per fuorigioco. Il Fratres sale improvvisamente di colpi: Lucarelli serve Sciapi che fa da sponda per Pardera che entra in area e, da buona posizione, prova con l’esterno mancando lo specchio della porta. Pochi secondi più tardi, Remedi mette sul secondo palo per Sciapi che va con il diagonale, la sua traiettoria è troppo stretta e la palla si perde sul fondo. Il San Miniato, rintanato nella propria metà campo, si affida alle soluzioni di Micchi e Danieli Vaz, ma i loro tentativi si traducono in un nulla di fatto. In avvio di ripresa, gran filtrante per Sciapi che entra in area e con estrema freddezza batte Del Bino, ancora una volta però la bandierina del guardalinee si alza e l’arbitro Bassetti annulla tra le proteste dei padroni di casa. Il Fratres Perignano trema quando Fofi fa fuori Rizzato vincendo un rimpallo, ma davanti alla porta praticamente vuota il numero 11 giallorosso difetta di mira calciando incredibilmente fuori. Al 67′ il vento inganna la retroguardia del Fratres, Pecci ne approfitta per rubare palla e calciare in porta un tiro che si stampa sul palo a Rizzato ormai battuto. Dopo essere andato vicino a passare in svantaggio, il Fratres Perignano si riorganizza e si riversa nuovamente nella trequarti del San Miniato. Un tiro-cross di Marcon termina la sua corsa alle spalle di Del Bino, ma per la terza volta ai rossoblù viene tolta la gioia del gol da un nuovo fischio dell’arbitro Bassetti che lascia non pochi dubbi tra gli addetti ai lavori. A meno di cinque minuti dal termine, finalmente viene rotta la parità iniziale. Campisi dalla destra pennella un cross perfetto per il colpo di testa di Filippi che scuote la rete: stavolta il gol è valido e il Fratres Perignano passa in vantaggio. I padroni di casa avrebbero anche l’occasione per chiudere definitivamente i conti sui piedi di Sciapi che, dopo aver fatto tutto alla perfezione, spedisce la sfera sull’esterno della rete.
FONTE: fratresperignano.it

Ponsacco-Tau Altopascio 0-1
PONSACCO: Bacci, Lici, Stampa (75’ Chiumarulo), Stiso, Fariello, Tafi (19’ Vannozzi, 46’ Giometti), Pastacaldi, Martini (65’ Volterrani), Coralli (65’ Segantini), D’Angina, Cuomo. A disp.: Bartolozzi, Puccini, Ciravegna, Paggini. All.: Deri.
TAU ALTOPASCIO: Citti, Ricci T. (63’ Magini G.), Lucchesi, Anzilotti, Mancini, Fedi, Antoni (90’ Nieri), Niccolai M., Ceceri (79’ Rossi), Benedetti, Manfredi (60’ Fazzini). A disp.: Donati, Quilici, Maccagnola, Magini L., Fanani. All.: Cristiani.
ARBITRO: Burgassi di Firenze, coad. da Guddemi e Pellegrini di Prato.
RETI: 66’ Antoni.
NOTE: Ammoniti Stampa, Lici, Lucchesi, Manfredi, Ceceri, Benedetti. Espulso Fariello per doppia ammonizione.
Il Tau conquista tre punti fondamentali: la formazione amaranto di mister Cristiani riesce a portare a casa la vittoria contro il Ponsacco in una partita difficile e molto tirata. Incontro equilibrato fin dalle prime battute, dove le due squadre si sono confrontate testa testa, con la formazione di mister Deri che è rimasta in dieci prima della fine del primo tempo per la doppia ammonizione di Fariello. Girandola di cambi e il Tau imposta la ripresa con il piglio di chi vuole andare a conquistarsi la vittoria. E al 21’ del secondo tempo arriva il gol di Antoni con un tiro al volo da dentro area su cross di Gianmarco Magini. Tre punti preziosi per i ragazzi amaranto, che la prossima domenica aspettano in casa il Cascina per la quarta partita di campionato.

ECCELLENZA Girone B - Giornata 3
Fortis Juventus-Antella 1-1
FORTIS JUVENTUS: Becchi 6.5, Mazzolli 6.5 (77° Mosti Falconi ng), Bonifazi 5.5, Gori Matt. 5.5 (64° Papini 5.5), Calzolai G. 6, Gurioli 6.5, Cirasella 6, Mazzanti 6 (87° Del Pela N. ng), Guidotti 6, Serotti 6.5, Bruni 6. A disp.: Gherardi, Marucelli, Zoppi L., Cassai, Fedele, Leporatti . All.: Fusi Michele
ANTELLA 99: D Ambrosio 7, Vitale 6.5, Tafani 6, Franchi 5.5 (54° Manetti Sac. 6), Mignani 7, Bartolini F. 6.5, Rontini 6, Tacconi 6, Merciai 5, Olivieri 6, Mazzoni 6 (76° Posarelli ng). A disp.: Magnelli, Failli, Pacini, Dini, Sormani, Frijia, Bargelli. All.: Alari Stefano
ARBITRO: Luca Barone di Pisa 5.5, coad. da Guiducci di Empoli e Bettazzi di Prato
RETI: 58° Guidotti, 63° rig. Olivieri
NOTE: Espulso Merciai all’85’ per proteste. Ammoniti Gurioli, Cirasella, Bruni, Franchi, Mignani, Bartolini F., Tacconi. Angoli 7-1. Recupero 5’+4’.
Altro mezzo passo falso casalingo della Fortis Juventus che non casa non riesce a vincere (ultima volta a novembre del 2019!): i mugellani fanno gioco, occupano stabilmente la metà campo avversaria ma non riescono a trovare il guizzo giusto per avere la meglio su un’Antella come sempre molto organizzata e puntuale nelle chiusure. I fiorentini escono con un buon punto, confermando la volontà di essere pronti a fare la “guerra” a tutti, grazie alla grinta e l’organizzazione fornita dal proprio tecnico. I mugellani mancano della giocata vincente e indubbiamente ci si attende di più dai propri attaccanti. E dire che i bianco verdi erano partiti bene e dopo soli 27” Bruni appoggia per Serotti: tiro da dentro l’area, ma l’uscita è pronta di D’Ambrosio. Subito dopo Guidotti reclama il rigore per un tocco galeotto di Bartolini al limite dell’area: prima il direttore di gara assegna il penalty, poi concede solo punizione dal limite. Al 10’ Guidotti prova il destro, alto non di molto. Piano piano esce l’Antella che al 17’ con un tiro-cross da sinistra dell’ex Mazzoni impegna Becchi che smanaccia in corner. Poco dopo rimessa laterale di Tafani per Rontini che di testa chiama alla parata Becchi. Minuto 34’: contropiede locale, servizio per Guidotti che viene chiuso al momento della conclusione in corner. Tre minuti dopo cross di Serotti per Bruni che non ci arriva per un soffio: para D’Ambrosio; prima della fine del tempo Mazzanti tocca ancora per Bruni il cui sinistro a giro finisce fuori di un nulla. Nella ripresa è l’Antella a partire meglio (Tacconi di testa mette sul fondo al 1’ e al 5’ un sinistro a pelo d’era di Mazzoni esce a lato di poco), ma poi c’è solo Fortis che attacca a pieno organico, venendo premiata al 13’: gran botta di Mazzolli sulla traversa (ancora! come contro il Pontassieve…), il più pronto sulla respinta è Guidotti che di testa mette in rete l’1-0. Ma il vantaggio dura appena 4 minuti: la Fortis perde palla a centrocampo e sul lungo cross è evidente e inutile il fallo di Bonifazi su Olivieri: lo stesso numero 10 trasforma per l’1-1. La Fortis si getta avanti, ma la diga antellina regge e solo nel finale barcolla, anche per l’espulsione per proteste di Merciai (che pure aveva rischiato molto in un paio di occasioni precedenti sempre per proteste). Al 41’ punizione di Serotti: D’Ambrosio mette in corner; sul susseguente corner conclusione di Mosti Falconi: para ancora il portiere ospite. Al 43’ cross di Bruni: respinge con un gomito un difensore, l’arbitro Barone di Pisa fa proseguire. Sul ribaltamento di fronte Olivieri lancia in contropiede Posarelli che si fa respingere la conclusione da Becchi: ma l’arbitro fischia un fuorigioco inesistente. Ultima occasione al 44’ quando su corner di Mosti Falconi Niccolò Del Pela non ci arriva per questione di millimetri.
Andrea L’Abbate

Poggibonsi-Colligiana 2-0
POGGIBONSI: Pacini, Saventi (86° Manfredi), Doda (90° Banchelli), Galbiati, Borri, De Vitis, Bellini (81° Zefi), Camilli (61° Biagi), Motti M., Rosi, Bianchi (69° Caggianese). A disp.: Lupi, Razzanelli, Macchi, Cioni . All.: Calderini Stefano
COLLIGIANA: Chiarugi, Pallanti, Focardi Olmi (72° Ridolfi), Silvestri, Alderotti (10° Ticci), Ciardini, Martini (61° Braccalenti), Cicali F., Carlotti, Cicali G. (72° Mugnai), Perugi. A disp.: Bacciottini, Ciolli, Sitzia, Mearini. All.: Molfese Paolo
ARBITRO: Francesco Masi di Pontedera
RETI: 17° Bellini, 82° rig.Motti M.
NOTE: Ammoniti Pacini, Saventi, Galbiati, Camilli, Zefi, Cicali F., Cicali G., Ticci.
Al Comunale Stefano Lotti va in scena per la terza giornata del girone B di Eccellenza Toscana, il sentitissimo derby Poggibonsi-Colligiana. La prima occasione arriva per i locali al minuto 13, Bianchi imbucato bene da Rosi calcia di prima con il destro ma la palle esce di poco a lato. Il gol per il Poggibonsi arriva al minuto 17: Galbiati dalla bandierina crossa in mezzo dove Bellini tutto solo batte di testa l’incolpevole Chiarugi. Al 25esimo occasione per la Colligiana, Bellini sbaglia il retro passaggio per Pacini, Gianmarco Cicali ne approfitta e viene travolto dall’uscita dell’estremo difensore rosso-arancio. Dal dischetto si presenta lo stesso Gianmarco Cicali ma la conclusione del numero 10 finisce alta sopra la traversa. Alla mezz’ora di gioco ancora pericoloso il Poggibonsi, Rosi dalla destra effettua un tiro-cross che si stampa sulla traversa e, nella respinta, prima Bianchi e poi Motti non riescono a battere a rete con la Colligiana che si salva. Nel secondo tempo partono forte i “leoni”, Galbiati dopo 20 secondi recupera palla e serve Motti, il sinistro del numero 9 finisce fuori di poco. Al 22esimo Doda sfonda bene dall’out di sinistra e arriva al cross, la palla prende uno strano effetto si indirizza verso la porta, Chiarugi è attento e devia in corner. Con il passare dei minuti la Colligiana prende fiducia e prova ad alzare il baricentro alla ricerca del pareggio, il Poggibonsi però, grazie a Galbiati a centrocampo e Borri in difesa, riesce sempre a chiudersi. Al minuto 36 Masi fischia calcio di rigore per il Poggibonsi. A calciare è Motti che con freddezza fa 2-0, per l’ex Badesse è la quinta rete in 3 partite con il Poggibonsi. La Colligiana prova a reagire e pochi minuti più tardi, il colpo di testa di Braccalenti esce di poco. Nei minuti finali è assalto Colligiana, Mugnai fa slalom in area e calcia, Pacini è reattivo a respingere. Dopo 5 minuti di recupero il sig. Masi fischia la fine, con il Poggibonsi che a punteggio pieno, rimane in vetta alla classifica del girone B di Eccellenza Toscana.
FONTE: gazzettadisiena.it

Signa-Terranuova Traiana 0-2
SIGNA: Daddi, Nencini (Gemignani), Carlucci (Capochiani), Bartolozzi, Tempistini, Alicontri, Gambini (Wahabi), Ficarra, Tempesti, Coppola, Sordi (Alesso). A disp.: Lensi, Marianelli, Mati, Giuliani, Lenti. All.: Cristiani
TERRANUOVA TRAIANA: Burzagli, Tomberli, Zellini (Chioccioli), Bega, Marzi. Neri, Sestini (Vestri), Massai, Betti (Conteduca), Cioce (Mattesini), Adami (Sacconi). A disp.: Pellegrini, Giusti, Artini, Taflaj. All.: Becattini Marco
ARBITRO Filippo Pazzarelli di Macerata, coad. da Gallà e Ballotti di Pistoia.
RETI: 75' Zellini, 92' Marzi
NOTE: Ammoniti Tempestini, Alicontri, Gambini, Betti.
Dopo due pareggi arriva la prima sconfitta nell’Eccellenza 2021 per il Signa. A passare, allo Stadio del Bisenzio, è il Terranuova Traiana di Marco Becattini che nella ripresa aggiusta una partita maschia, ricca di contrasti ma che non ha mai regalato grandi spunti. Pronti, via e Adami si fa subito pericoloso: traversa dalla distanza. Le due squadre si studiano, lottano ma non si fanno vedere né dalle parti di Daddi né da quelle di Burzagli. Al 38’ il Signa prova a dare la sferzata con Coppola che lancia la coppia Tempesti-Sordi: la difesa biancorossa risponde presente. Dopo un primo tempo con più Terranuova che Signa è la formazione di Cristiani ad imporsi nei primi quindici minuti della ripresa. Prima Coppola lancia Tempesti in corsa: Burzagli para. Poi Gambini ben imbeccato sull’out sinistro di campo, ma l’azione viene neutralizzata. Daddi si rende protagonista su corner, con un tiro parato in due tempi ma nel momento migliore dei canarini è Zellini a risolvere il match. Disimpegno, palla sul destro e palla in buca d’angolo con Daddi battuto. Al 77’, con gli ospiti avanti, Cristiani innesca la girandola dei cambi ma a decidere il match è Capitan Marzi che in corsa batte con un tiro magistrale l’estremo difensore canarino. Un Terranuova che passa allo Stadio del Bisenzio con una prestazione corale di squadra, il Signa può recriminare di non aver sfruttato a pieno le azioni ben costruite. Adesso arriva il turno di Stop, il Signa ritorna in campo tra due settimane contro il Poggibonsi capolista.
FONTE: Pagina Facebook Signa 1914

Valdarno F.C.-Firenze Ovest 1-0
VALDARNO F.C.
: Ubirti, Luka (65’ Marconi), Iaquinandi, Bettoni T., Saitta, Del Colle, Liberati (67’ Mirante), Privitera, Bastianelli, Vangi (65’ A. Fioravanti), Gianotti (75’ Corsi). A disp.: Simoni, Gori, Morrison, Gualandi, Ardinghi. All.: Brachi.
FIRENZE OVEST: Fenderico, Vanni, Lombardi, Bettoni C. (71’ Campagna), Rossi, Zefi (58’ Tanini), Burgassi, Anichini, Cecchi (81’ Fathou), Verdi S. (57’ D. Fioravanti), Marrani (78’ Giannini). A disp.: Marchi, Banchi, Carfora, Mbye. All.: Carubia.
ARBITRO: Bruni di Siena.
RETE: 11’ Bastianelli.
NOTE: Ammonti Bettoni T, Privitera, Vangi, Marconi, Verdi S.
Il risultato c’è, la prestazione un po’ meno. Il Valdarno conquista a fatica il suo secondo successo contro un Firenze Ovest guardingo che con i suoi giovani ha disputato una buona gara, specie nella ripresa rimediando la terza sconfitta. Il successo la squadra di casa l’ha costruito nei primi minuti, grazie al bomber Bastianelli che al ’Del Buffa’ lascia il segno. Al primo tentativo i gialloblù passano. E’ l’11’ quando Vangi riesce a rincorrere una palla che sembrava persa. L’attaccante la indirizza verso il centravanti Bastianelli che con grande abilità supera Fenderico. La partita sale di tono, la squadra di casa fatica a rispondere con la manovra che non trova sfogo. L’Ovest al 21’ con Marrani impegna Ubirti. Nella ripresa la partita si fa più interessante: il gioco del Firenze Ovest è più vibrante con Marrani e Cecchi che portano spesso scompiglio in area locale. Al 66’ la squadra di Carubia reclama un penalty per fallo di mano di Liberati, per l’arbitro tutto regolare. Un minuto dopo Mirante lancia Gianotti stoppato con eleganza da Vanni. Al 73’ un cross di Cecchi supera il portiere di casa in uscita. La palla perviene a Marrani che segna; l’arbitro annulla per fuorigioco. Negli ultimi minuti (82’) e (90’) l’Ovest spinge per trovare il gol del pareggio, ma Giannini e Cecchi non hanno fortuna: il Valdarno difende bene il suo vantaggio.
FONTE: Giovanni Puleri (La Nazione)

Scarica ora la nuova App dell'Almanacco del Calcio Toscano

Ordina qui il nuovo Almanacco del Calcio Toscano 2020

Ultima modifica il Lunedì, 03 Maggio 2021 14:12