ordina l'almanacco

Rinnovato l'accordo fra C.R.T. e Banche di Credito Cooperativo

Per il sesto anno consecutivo le società sportive della Toscana potranno usufruire di una serie di agevolazioni per l’acquisto di defibrillatori, per la manutenzione degli impianti e per l’acquisto di materiale tecnico-sportivo. Un sostegno concreto al calcio dilettantistico e giovanile della Toscana, per consentire ai ragazzi di praticare sport in sicurezza e in strutture di elevata qualità. Si rinnova per il sesto anno consecutivo la partnership tra il Comitato Regionale Toscana della FIGC LND e le Bcc Associate alla Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo, per supportare l’attività delle oltre 700 società calcistiche dilettanti e giovanili del territorio. L’iniziativa offre varie opportunità: dal sostegno per l’iscrizione ai campionati (impegno che le società devono adempiere entro il mese di luglio) e per le spese del settore giovanile, compreso l’acquisto di materiale tecnico ed attrezzature sportive, al finanziamento di spese per l’acquisto di defibrillatori e per quelle relative ad interventi di manutenzione impiantistica. Un’opportunità sicuramente importante, per consentire ai club della Regione di offrire ai ragazzi che praticano sport, strutture sempre più attrezzate e sicure. Ogni società potrà richiedere, nello specifico, un finanziamento di 1000 euro, rimborsabili fino a 24 mesi, per l’acquisto di defibrillatori e di 10mila euro per l’iscrizione ai campionati o le spese del settore giovanile, rimborsabili entro il 31/05 dell’anno successivo. Per quanto riguarda, invece, il finanziamento di interventi di manutenzione degli impianti, ogni società potrà richiedere un mutuo di importo non superiore a 20mila euro, rimborsabile a 36 o 60 mesi. Tra le novità di quest’anno vi è anche la possibilità di usufruire di un finanziamento ad hoc per l’acquisto di materiale tecnico-sportivo. Le intese interessano le società calcistiche dilettanti e giovanili aventi sede legale nei Comuni dove operano le 14 BCC, con le loro 282 filiali o, a loro insindacabile giudizio, nei restanti Comuni dell’area di competenza. La collaborazione, attiva ormai da diversi anni, non ha registrato indebitamento nel rimborso dei finanziamenti da parte delle società sportive. Il movimento del calcio dilettanti, in questo momento di crisi economica e finanziaria, trova così un sostegno valido e concreto per proseguire in un'attività che non è solo sportiva ma che assolve funzioni educative e sociali.
Rinnoviamo una partnership che va avanti da molti anni - commenta il Presidente della Federazione Toscana BCC, Matteo Spanò - segno della reciproca soddisfazione e dell’importanza che riveste per le Società sportive del territorio, dove i nostri ragazzi giocano, si divertono e crescono. Le BCC confermano anche in quest’occasione l’impegno quotidiano per il sostegno alle rispettive comunità.
“Con questo nuovo accordo prosegue il rapporto tra il Comitato Regionale Toscana e la Federazione Toscana delle Banche del Credito Cooperativo. - commenta il presidente del CRT Paolo Mangini - Si consolida così un legame stretto negli anni, con beneficio comune e ampia soddisfazione da entrambe le parti. Grazie a questa partnership, stagione agonistica dopo stagione agonistica, abbiamo voluto dare un sostegno fattivo alle società del CRT, offrendo loro la possibilità di usufruire di microcrediti a condizioni agevolate per l’acquisto di defibrillatori, per l’iscrizione ai campionati e per le spese finalizzate al settore giovanile oltre che per gli interventi di manutenzione impiantistica. Grazie a questa partnership abbiamo ora integrato le precedenti iniziative con un accordo che riguarda l’acquisto di materiale tecnico di carattere sportivo. Ringrazio quindi il Presidente della Federazione Toscana BCC, Matteo Spanò, per la sua disponibilità e per la fattiva collaborazione nel realizzare intese rivolte a soddisfare le concrete esigenze delle società”.